Se dovessi scegliere una parola per esprimere il “tono” della nostra fondazione in Perù opterei per la parola “comunione”. La comunione è un dinamismo plurale, ricco, insospettato, e produce frutti di vita, di missione e di futuro. E’ stato sempre così.  Cercherò di spiegarmi poco a poco, lungo questa lettera fraterna, attraverso la quale desidero condividere con tutti voi la realtà, le sfide e i progetti della nostra presenza scolopica in Perù, una delle tre fondazioni che l’Ordine ha aperto in questo Anno Giubilare, insieme a Mozambico e Burkina Faso.

 

Scarica la lettera