Domenica 27 agosto abbiamo vissuto a Ochakow (Ucraina) una celebrazione liturgica in un clima di gioia e di famiglia. In presenza dei rappresentanti della Provincia della Polonia, del clero diocesano e ortodosso, del Console generale della Polonia ad Odessa, dei parrocchiani del luogo e di ospiti della Polonia, il vescovo della diocesi di Odessa-Simferopol, Mons. Bronisław Bernacki, ha elevato la nostra Chiesa, da poco riedificata, a rango di Santuario della Madonna Nera nel Mar Nero.

La nostra presenza in Ucraina centrale risale all’anno 2008, quando il padre Kazimierz Wójciak giunse in questa piccola città sulle sponde del Mar Nero e iniziò la sua opera pastorale di parroco. In quel tempo il garage era utilizzato come cappella. Le condizioni di vita del P. Kazimierz erano molto austere, senza acqua corrente e senza le minime comodità per vivere. Ma poco a poco, negli anni seguenti, preparò il luogo adibendolo a casa estiva per le vacanze per bambini e giovani, riuscendo a procurarsi così le risorse necessarie per mantenerla e allo stesso tempo informava del nostro Ordine tra i giovani in Ucraina.

Anche il numero di fedeli aumentò e così il P. Kazimierz iniziò la costruzione della Chiesa, la prima nella storia di quella città, ottenendo anche del denaro per le opere grazie a ritiri e predicazioni che lui faceva in un centinaio di parrocchie della Polonia e in altre organizzazioni ecclesiali. Grazie alla gentilezza dei religiosi di Częstochowa (Polonia), il P. Kazimierz ha ottenuto una copia ufficiale dell’icona della Vergine.

Con l’aiuto di molte entità e persone singole ad agosto dell’anno scorso è terminata anche la costruzione della Chiesa e ora il vescovo ha deciso di crearvi un santuario mariano. Allo stesso tempo, per apprezzare la laboriosità del P. Kazimierz e il suo impegno nella diocesi, il vescovo  gli ha concesso il titolo di “canonico d’onore della cattedrale di Odessa”.