Il Padre Raymond MICHEL, spiritano, amministratore della parrocchia Santa Teresa di Grand Dakar, compio nel 1958 nel quartiere di Derklé un terreno su cui edificare più tardi la cappella gestita dalla parrocchia Santa Teresa. Con l’aiuto dei cristiani del settore, il parroco François DIONE costruisce la piccola cappella che è stata benedetta l’11 agosto del 1963, che esiste tuttora e che porta il nome di «Saint Matthias MULUMBA». Lì saranno celebrate le tre messe domenicali.

Nel 1966, il Padre GAVAUD, si installa sul terreno destinato alla missione cattolica per preparare la fondazione della futura parrocchia dedicata ai Martiri dell’Uganda canonizzati quattro anni prima, nel 1964 dal Papa Paolo VI.

La benedizione e la prima pietra marcano l’inizio dei lavori di costruzione della Parrocchia dei Martiri dell’Uganda, domenica 26 febbraio 1967. Gli architetti sono M. Pierre Marie APOLLINE e BRUNET. Il costruttore M. RICHETTI, Imprese Generali di Capo Verde. Gli affreschi che rappresentano i martiri sono stati dipinti dalla Signora Marthe BERANGER. L’anno dopo, il 3 marzo del 1968 la parrocchia è stata consacrata da Monsignor BOURGEOIS, vescovo di Autun, di Chalon e Macon, in Francia. La parrocchia accoglierà la sua prima messa il 15 Ottobre del 1968, celebrata dal suo primo parroco Padre Georges COURRIER.

La parrocchia dei Martiri dell’Uganda si trova in una zona urbana, tra il centro della città e la periferia, e confina al Nord con la parrocchia Saint Paul de Grand-Yoff, ad Ovest con la parrocchia Notre Dame des Anges di Ouakam, al Sud con la parrocchia Saint Pierre des Baobabs e ad Est con quella di Sainte Thérèse di Grand-Dakar. La sua posizione geografica centrale fa di questa parrocchia dei martiri dell’Uganda un punto di riferimento.

Dal 1968 la parrocchia ha vissuto grandi cambiamenti. Attualmente ci sono dodici Comunità Ecclesiali di Base (CEB), distribuite cinque di esse nel comune di Dieuppeul-Derklé e 7 in quello di Sicap-Liberté. Nella parrocchia ci sono inoltre sette cori, sedici gruppi, undici movimenti ed associazioni che offrono ai fedeli la possibilità di impegnarsi e di esprimersi secondo i loro doni e carismi.  Le attività più importanti della parrocchia sono la festa dei santi patroni, la veglia di preghiera il 31 ottobre e il pellegrinaggio.

Famosa per la sua apertura e il suo dinamismo, la nostra parrocchia dei Martiri dell’Uganda fin dalla sua creazione ha sviluppato un forte impegno sociale di apertura e di accoglienza. Il sabato e la domenica riunisce i suoi numerosi fedeli che hanno la possibilità di assistere a ben sette celebrazioni.

L’era scolopica è iniziata a novembre del 1979, cioè quando abbiamo accolto l’invito rivoltoci dal cardinale THIANDOUM, desideroso di avere la presenza della nostra vocazione, cioè l’educazione dei bambini e dei giovani, in questa diocesi.

Nella parrocchia sono presenti anche diverse congregazioni religiose femminili : le Suore della Carità di san Luigi, le Figlie di Maria, religiose delle Scuole Pie, le Suore di San Giuseppe di Cluny, che si trovano esattamente a Derklé e tutte partecipano attivamente alla vita parrocchiale.

Oggi, cinquant’anni anni dopo la sua costruzione, la parrocchia dei Martiri dell’Uganda, il parroco e la sua equipe pastorale, con il consiglio pastorale e tutti i fedeli portano nel cuore e tra le mani il progetto di ingrandire ciò che hanno ricevuto in eredità, la «Casa di Nostro Signore» e ringraziare Dio per tutti i suoi doni e per le generazioni future.