I cristiani della parrocchia di San Michele Futru – Nkwen nella regione nord-occidentale del Camerun hanno celebrato il centenario dell’evangelizzazione del villaggio di Nkwen sotto la cura pastorale dei Padri Scolopi. La celebrazione è stata caratterizzata da un evento di straordinaria rilevanza mercoledì 29 maggio 2019 con una Santa Messa celebrata da Sua Grazia, Eccellenza Reverendissima Cornelius Fontem Esua, Arcivescovo di Bamenda.

Pur apprezzando gli sforzi della Congregazione dei Padri Scolopi per l’opera missionaria di evangelizzazione sin dall’arrivo dei primi scolopi nell’Arcidiocesi di Bamenda il 26 dicembre 1987 – p. Juan Yzuel, Angel Valenzuela e Fernando Negro -, l’Arcivescovo ha incoraggiato la comunità cristiana di Nkwen e le autorità a continuare a collaborare con la comunità religiosa per un futuro migliore.

Il Superiore Provinciale dei Padri Scolopi per l’Africa Centrale, padre Evaristus Akem Ndi Sch P. ha notato che negli ultimi trentatré anni, gli scolopi non solo hanno intrapreso la trasformazione spirituale del popolo di Dio a Nkwen, ma, in linea con il carisma della Congregazione, sono state create molte strutture per l’educazione e la formazione dei bambini e dei giovani. Ha notato con grande gioia il rapporto cordiale che esiste tra la gente di Nkwen e gli scolopi fin dal loro arrivo, che ha favorito l’opera di evangelizzazione. In questo momento di instabilità socio-politica nelle regioni inglesi del Camerun, ha incoraggiato i cristiani ad avere fede e fiducia in Dio e a creare nuovi modi di vivere la loro fede come comunità di credenti. Un anno centenario è un anno di grazia, un momento privilegiato per riconciliarsi gli uni con gli altri e un momento per ringraziare Dio per i 100 anni passati guardando al futuro con speranza.

Il governatore di Nkwen, HRH Fon Azehfor III, ha ammesso che la Chiesa e in particolare gli scolopi hanno sviluppato molto la zona e ha citato molte personalità di spicco tra cui lui stesso che hanno beneficiato delle Scuole Pie.  Ha ringraziato Dio per i tanti figli e figlie di Nkwen che hanno accettato la chiamata alla vita religiosa. Il governatore ha incoraggiato tutto il popolo di Dio che vive a Nkwen ad essere timoroso di Dio e a vivere in solidarietà gli uni con gli altri.

Il parroco di Futru, P. Hippolyte Tanfen Wirnkar Sch.P., ha espresso la sua gratitudine per la riuscita organizzazione delle attività della celebrazione del Giubileo. È stato molto contento di aver potuto celebrare il centenario della fede a Nkwen. È stato un lungo periodo di attività con tanto impegno da parte dei cristiani. E’ stato anche molto grato all’Arcivescovo di Bamenda che ha organizzato il tempo per celebrare con il popolo di Dio in Futru e per spiegare loro il significato dell’anno giubilare. I cristiani di Futru hanno ricevuto molto sostegno dagli scolopi sotto la cui cura pastorale è posta la parrocchia.  Possiamo solo ringraziare Dio e sperare che Dio continui a benedire il popolo di Nkwen per la crescita della fede.

Le attività in occasione del centenario proseguiranno nella parrocchia di Futru e la messa di chiusura è prevista per dicembre 2019. Desideriamo esprimere la nostra gratitudine ai primi cristiani venuti da Fernando Po (Guinea Equatoriale) dopo la prima guerra mondiale del 1919 e stabilitisi a Nkwen. Pensiamo anche a Mons. Paul Verdzekov di benedetta memoria che ha accolto gli scolopi nell’arcidiocesi di Bamenda nel 1987 e ha affidato loro la cura pastorale del popolo della parrocchia di Futru. In modo speciale, ricordiamo e ringraziamo Dio per i primi 3 Padri Scolopi che hanno creato la prima comunità scolopica nella parrocchia Futru, p. Juan Yzuel, p. Fernando Negro e p. Angel Valenzuela e i loro successori, che hanno sfidato le differenze culturali per avvicinare Dio al popolo di Nkwen. Che il Signore li benedica.

P. Evaristus Akem Ndi, Sch P.

 

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información. ACEPTAR

Aviso de cookies