Per tre giorni (dal 25 al 27 ottobre) si è tenuta la prima Assemblea della Rete delle Parrocchie Scolopiche online, con la partecipazione di circa 100 persone, religiosi e laici scolopi.

Il team di coordinamento della Rete ha convocato l’Assemblea con tre obiettivi chiari:

  1. Vivere un’esperienza di comunione ecclesiale intorno al progetto pastorale della parrocchia scolopica.
  2. Crescere nell’identità e nel senso di appartenenza alle Scuole Pie.
  3. Condividere le preoccupazioni e pianificare insieme.

Il primo giorno è iniziato con una preghiera guidata dalla parrocchia di Sâo Marcos de Belo Horizonte. In seguito, il Padre Generale ha tenuto il discorso principale dell’assemblea, che si è concentrato sul processo sinodale che viene promosso in tutta la Chiesa e, naturalmente, nelle Scuole Pie.

  1. Pedro Aguado ha ricordato che questa Assemblea si svolge in un contesto segnato dal processo sinodale, dal Patto di Educazione, dalla vicinanza del Capitolo Generale e dalla chiamata sempre impegnativa dei bambini poveri. Ha poi riflettuto sull’identità scolopica che chiama alla vita e alla missione, che è aperta, missionaria e può essere costruita tra tutti.

Oltre a lavorare insieme come parrocchie scolopiche, il P. Generale ci ha sfidato a costruire reti con la diocesi, all’interno della nostra presenza e con la gente. Ha messo l’accento della riflessione sulla promozione del modello di presenza che lavora insieme ad altre aree di missione in uno spirito di comunione e partecipazione. Ci ha fatto un chiaro appello a costruire Scuole Pie, lavorando dalle chiavi di vita dell’Ordine, specialmente con la pastorale vocazionale e l’appoggio alle case di formazione.

La rete di parrocchie è una realtà molto incipiente, per cui ci ha incoraggiato a investire tempo nella sua costruzione, il che implica una ferma volontà di camminare insieme alla ricerca della comunione.

Dopo la pausa, abbiamo ascoltato esperienze pastorali da parrocchie di Porto Rico, USA e Messico.

  1. Godlove Nze dal Camerun ha guidato la preghiera del secondo giorno che è servito da portico per condividere esperienze della ricchezza pastorale che abbiamo nelle parrocchie dell’Africa. In seguito, è stato chiesto a tre persone di riflettere su come generare un’identità scolopica in una parrocchia. Purtroppo, non è stato possibile generare un ulteriore dialogo per mancanza di tempo.

Il terzo giorno, P. Asdrúbal, parroco di Medellín (Colombia) ci ha dato una bella preghiera davanti alla cappella della sua comunità. Seguirono esperienze pastorali dall’America e dall’Europa. P. Javier Alonso, coordinatore dell’equipe della Rete, ha condiviso una riflessione sulle iniziative che sono state realizzate nei primi due anni di lavoro e una proposta per il futuro per consolidare questo progetto.

Infine, la parola è stata data ai partecipanti, che hanno espresso la loro gratitudine per aver partecipato a questo evento. Inoltre, sono state fatte proposte concrete per il futuro della rete. Ne trascriviamo alcuni:

Complimenti all’equipe per il bel lavoro di comunione e di rafforzamento dell’identità scolopica nelle parrocchie.

Grazie mille per questo incontro, ci piacerebbe sapere di più sui progetti realizzati in altre parrocchie che integrano le diverse piattaforme.

Vu ce que nous venons d’entendre, je suggère qu’on est un espace de dialogue entre les curés et quelques fidèles d’Afrique

Stabilire strategie che integrino più attivamente bambini, adolescenti e giovani. O integrando più attivamente le reti sociali e l’approccio alle giovani famiglie.

Chiedo che il gruppo possa definire e attribuire un certo numero di attività e una missione ben precisa perché ci sia una sintonia e una migliore progressione comune.

Dobbiamo mantenere la proposta del Corso di Spiritualità Calasanziana e incoraggiare altri a fare questo lavoro. Anche nel consiglio pastorale. Ora in chiave sinodale, per favorire nuovi spazi di partecipazione dove approfondire l’identità e la storia delle Scuole Pie.

 

Attualmente, la Rete è composta da 45 parrocchie di cui 24 in America, 7 in Europa e 14 in Africa.

Abbiamo già un progetto quadro. Ora, la grande sfida è quella di formare persone e gruppi per adattare il progetto alla realtà concreta di ogni parrocchia in comunione con l’Ordine. Il viaggio è iniziato; ciò che serve è il desiderio e la volontà di percorrerlo.

 

Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione, missione

P. Pedro Aguado. Superiore Generale delle Scuole Pie

 

 

Rete di parrocchie scolopiche: identità, memoria e progetto

P. Javier Alonso. Squadra di coordinamento della rete.