Il 28 e 29 febbraio scorso, nella scuola di Łowicz si è svolta la prima edizione dell’Incontro di Innovazioni Pedagogiche. Vi hanno partecipato 60 insegnanti delle scuole che gli Scolopi e le Scolopie hanno in 8 città della Provincia di Polonia.

Abbiamo scoperto che tra gli insegnanti delle Scuole Pie c’è uno straordinario potenziale educativo che è il risultato della preparazione accademica e allo stesso tempo dell’esperienza educativa – dice Padre Sławomir Dziadkiewicz, assistente provinciale incaricato delle scuole – e cercheremo di sfruttarlo.  All’inizio dell’anno scolastico in corso è stata avviata una nuova equipe provinciale chiamata Consiglio per l’Educazione e l’Innovazione Pedagogica. La riunione di Łowicz è stata un’iniziativa di questo Consiglio.

I workshop sono stati divisi in 4 blocchi tematici relativi all’insegnamento primario, all’insegnamento della lingua polacca e inglese e all’insegnamento della  matematica. In ogni blocco sono stati sviluppati argomenti specifici.

Nel campo dell’insegnamento primario:

  • Esprimersi su se stesso: come utilizzare le tecniche di Freinet e gli altri frutti delle teorie pedagogiche alternative soprattutto nel processo di sviluppo delle competenze letterarie e linguistiche di ogni studente fin dall’infanzia.
  • Giochi matematici: come facilitare l’apprendimento della matematica grazie a giochi e divertimenti durante il lavoro educativo, sia con studenti con difficoltà che con studenti molto capaci.
  • Crittografia: come introdurre alcuni elementi e le basi della programmazione nell’educazione primaria. Sono stati mostrati alcuni esempi di come utilizzare i robot. Sono stati spiegati i modi di sviluppare il pensiero algoritmico dei bambini.
  • Forza del gruppo: come dividere creativamente gli studenti in gruppi; come migliorare la capacità di cooperazione nel gruppo e la corresponsabilità del gruppo.

Nell’ambito dell’apprendimento della lingua madre polacca:

  • Applicazioni mobili: come utilizzare i progressi tecnici nella formazione linguistica, ad esempio il codice QR e la piattaforma Google Drive. Sono stati mostrati alcuni esempi di applicazioni utilizzate in questo ambito.
  • Coniugazione: come imparare la grammatica in modo piacevole e fruibile, utilizzando esempi tratti dal gioco di parole.
  • Teatro: inteso come spazio per esprimere pensieri e formare la creatività letteraria. Ma non solo, si tratta anche del ruolo terapeutico del teatro. Prestiamo attenzione ad ogni fase della preparazione dello spettacolo, cioè dalla scrittura della sceneggiatura, alla preparazione della scenografia e, naturalmente, al lungo percorso di interpretazione durante le prove, fino allo spettacolo finale.

Workshop nel campo dell’inglese come lingua straniera:

  • Le tecniche di Lemov: come motivare e coinvolgere gli studenti. Il workshop comprendeva alcune proposte di Doug Lemov, un insegnante di Boston.
  • Parlare o non parlare: come imparare una lingua straniera per comunicare attraverso di essa. La preparazione per le prove scritte durante gli esami e/o per le “prove orali” nella vita di tutti i giorni: questa è la domanda.
  • Genius Hour: un workshop dedicato al tema di come favorire la creatività dello studente.
  • Tempi in inglese: quanti ce ne sono? come imparare la grammatica senza fissarla? L’adattamento pratico della visualizzazione, dei metodi multisensoriali e della mappatura della mente.

Argomenti di matematica:

  • Dimostrazione: come usare questo tipo di ragionamento nel processo educativo della matematica. Le teorie di Cauchy sono state proposte come esempio.
  • Matematica e linguistica, in altre parole, linguistica matematica. Si tratta di indovinelli ed enigmi preparati in lingue naturali e artificiali.
  • Ozobot: come usare i robot nell’educazione dei bambini per imparare la programmazione.
  • GeoGebra: come insegnare la geometria sfruttando la multimedialità, ovvero i molteplici mezzi di espressione digitale e in particolare il software GeoGebra.

 

 

P. Jacek Wolan Sch. P.

 

 

 

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información. ACEPTAR

Aviso de cookies