Con gli ultimi temi profondi di fedeltà e accompagnamento alla vocazione scolopica, impartiti da Juan Maria Uriarte, Vescovo di cuore scolopico, abbiamo concluso le conferenze di Formazione Permanente a Roma. Giovedì pomeriggio si dedica già alla valutazione dell’incontro e al trarre conclusioni. D’ora in poi c’è l’opera personale e comunitaria di rinnovare la nostra vita dalle chiavi calasanctiane, chiavi dell’Ordine e chiavi della vita spirituale dalla nostra vocazione che sono state lavorate in profondità in questi giorni.

I partecipanti sono stati, con delimitazioni di origine:

Da Nazareth: Carlos Retana e Juan Jaime Escobar; dell’Ungheria Zsolt Czeglédi, Emmaus, Carlos Palacios, Juan Carlos de la Riva e Jean de Dieu Ehemba; dell’America Centrale e i Caribi, Federico Calceneo, Federico Caleo; dell’India, Kumar Moses, Antonio Reddy e Philip Raj; dell’Africa Occidentale, Aubin Coly e Bertrand Dieme; Dall’Italia, Andrés Dragon; di Betania Alberto Vergara e Francisco Molina; della Catalogna, Joan Prat; dell’Africa Centrale, Justin Ghani; dal Messico, José Luis Sánchez e Juan Muñoz; Da Brasile-Bolivia, Pablo Arrabal, e da Sto. Domingo de los Tsáchilas, Martintxo Gondra.

Grati per quanto abbiamo vissuto in queste due settimane, torniamo in questi giorni nei nostri luoghi di origine con rinnovato entusiasmo e voglia di servire i bambini e i giovani, specialmente quelli più bisognosi.