Oltre 250 persone, tra cui religiosi delle diverse comunità, religiosi della famiglia scolopica, personale scolastico, amici e parenti, erano presenti all’Eucaristia che è stata celebrata in commemorazione dei 50 anni di vita sacerdotale o “Giubileo d’oro” di padre José Antonio López Capó.

Il 23 maggio 1969, p. José Antonio è stato ordinato sacerdote nella Chiesa del Collegio ispano-americano. In questi 50 anni ha guidato, insegnato e accompagnato molte persone in diverse scuole e parrocchie.  Negli ultimi 27 anni ha svolto la sua missione nella parrocchia di Santa Luisa de Marillac de Barrancas e nel Collegio del Puerto de Sant’ Antonio, luoghi dove ha sviluppato il suo lavoro pastorale e scolopico.

Il Delegato Generale delle Scuole Pie in Cile, p. Miguel del Cerro Calvo ha presieduto l’Eucaristia, ed è stato accompagnato dai religiosi della Comunità di Barrancas di San Antonio, Santiago e Curarrehue.

Durante l’omelia è stato ricordato ed evidenziato il lavoro svolto da p.  José Antonio. P. Miguel del Cerro ha riflettuto sull’impegno sacerdotale, dato in tre modi: come Maestro, come Pastore e come Sacerdote. A questo proposito, ha fatto riferimento al valore dell’acquisizione e della realizzazione di questo impegno nella Chiesa cilena di oggi.

Il direttore dell’Istituto del Porto di Sant’ Antonio, Eduardo Santander, ha ringraziato padre José Antonio con un grande “Grazie” e ha ricordato il suo lavoro nella scuola evidenziandone le principali qualità, come la vicinanza a ciascuno degli studenti e la disponibilità all’ascolto.

È intervenuto anche p. Santamaría, parroco della parrocchia di Santa Luisa de Marillac, che ha letto il saluto del vescovo di Melipilla, Mons. Cristian Contreras. È successivamente hanno rivolto al festeggiato parole di ringraziamento il signor Leonel Molina, ex allievo, professore del ‘Colegio Hispano Americano’ e caro amico di p. José Antonio, e Susana Rodríguez, membro del Consiglio di Amministrazione dell’Ipsa.

Il P. Miguel del Cerro, ha letto la lettera inviata dalla Santa Sede con il saluto e la “Benedizione Apostolica” del Santo Padre, il Papa Francesco, con “Occasione del 50° Anniversario della sua Ordinazione Sacerdotale”. La Benedizione Apostolica era stata inquadrata in una bella cornice.

Dopo questo momento così significativo, è stato offerto a p. José Antonio, un trittico in legno, con la figura del Calasanzio e i bambini, il tutto realizzato con intarsi in bronzo sbalzato, rame e lapislazzuli.

La cerimonia è proseguita con un video che ha ripercorso diversi momenti della vita di p. José Antonio.  Gli studenti della scuola hanno offerto a tutti i presenti una graziosa danza chiamata in cileno “pie de cueca”.

Al termine dell’Eucaristia, i presenti hanno potuto avvicinarsi a p. José Antonio, per baciare le sue mani ‘consacrate’, pratica questa abituale nella celebrazione del cinquantesimo anniversario del sacerdozio.

In seguito, i presenti sono stati invitati ad un aperitivo durante il quale p. José Antonio è stato onorato dalla sua amata “Banda Instrumental”.

 

Cecilia Miranda