L’Incontro europeo della gioventù scolopico (PYM) si è svolto dal 20 al 26 luglio 2022. La prima parte dell’incontro si è svolta a Rzeszów e la seconda a Cracovia. Vi hanno partecipato più di 200 persone provenienti dalle presenze scolopiche di Slovacchia, Ucraina, Ungheria, Catalogna e Polonia.

I partecipanti all’incontro sono stati ospitati nella scuola di Rzeszów e in due scuole di Cracovia. Durante una settimana abbiamo visitato il centro di Rzeszów, il Castello di Łańcut, il Museo della Famiglia Ulma a Markowa, i quartieri di Cracovia, la Città Vecchia, Kazimierz, Podgórze e Nowa Huta: Città Vecchia, Kazimierz, Podgórze e Nowa Huta; abbiamo fatto un pellegrinaggio al Santuario della Divina Misericordia a Łagiewniki; abbiamo visitato il collegio delle Scuole Pie, l’ex chiesa scolopica e l’attuale parrocchia scolopica a Rzeszów e le tre chiese di Cracovia affidate agli scolopi  sulle strade: Dzielskiego, Meissnera e Pijarska.

Il tema dell’incontro “Io sono” è stato sviluppato in tre interventi. Padre Carles Gil i Saguer, Assistente generale per l’Europa, affrontando il tema “Io sono umano”, ha chiesto: come intitoleresti la storia della tua vita? Anna Marek-Cycoń, pedagoga e specialista in sessualità coniugale, nella conferenza sul tema “Sono cristiana” ha condiviso la sua esperienza di come Dio a volte ci dia segni molto strani della sua presenza. L’intervento di Katarzyna Barnaś, membro dell’équipe provinciale del Movimento Calasanzio, dal titolo “Io sono il Calasanzio”, si è concluso con un incoraggiamento: una volta conosciuto e scoperto il Calasanzio, iniziate a comportarvi come lui!

La condivisione in 12 gruppi internazionali è stata guidata da 18 animatori. La lingua principale dell’incontro era l’inglese, ma grazie al sistema di traduzione sono state utilizzate anche le lingue nazionali: slovacco, ucraino, ungherese, catalano, spagnolo e polacco. Durante ogni Eucaristia si poteva percepire il senso del cattolicesimo della Chiesa utilizzando ognuna di queste lingue.

I partecipanti hanno preso parte a due cicli di laboratori: musica, macramè, giochi di danza, piegatura della carta, creazione di braccialetti, modellazione di palloncini, esperimenti fisici, scacchi, caccia al tesoro, macrofotografia, creazione di portachiavi, giochi sul campo, riproduzione di quadri famosi, giornalismo, esperimenti chimici, danze scolopiche, creazione di motivazioni e cultura giapponese. Nel torneo di pallavolo, la squadra ungherese ha vinto la finale contro la squadra di Zolochiv, mentre il torneo di calcio è stato interrotto per pioggia.

Più di 70 persone sono state coinvolte nell’organizzazione del programma nella fase di preparazione e durante l’evento: gli scolopi e le scolopie, gli insegnanti delle nostre scuole, i parrocchiani e gli amici, oltre a un gruppo molto numeroso di monitori e volontari, soprattutto giovani di Rzeszów e Kraków.

P. Jacek Wolan Sch. P.