Nel processo di consolidamento ed espansione dell’Ordine, due anni fa la Provincia polacca ha preso l’impegno di fondare una nuova casa in Bielorussia o in Ucraina, nella speranza che un giorno venga istituito il vicariato provinciale per entrambi i paesi.

La Provvidenza ci ha insegnato che il Covid non è un ostacolo al piano di Dio e ci ha sorpreso con il gentile invito dell’arcivescovo di Leopoli affinché il rito latino ritorni all’antica presenza scolopica nella città di Zolochiv in Ucraina. Dopo un brevissimo periodo di preparazione, il 20 agosto il primo scolopio è arrivato in quella città.

Il collegio di Zolochiv (in polacco Złoczów) fu fondato da un figlio del re di Polonia, Jan III Sobieski, vincitore della battaglia di Vienna nel 1683. I Sobieski possedevano il distretto e il principe Jakub Ludwik invitò gli scolopi nel 1731. La scuola era famosa per i suoi illustri insegnanti e aveva 600 alunni. La sua storia fu breve perché dopo la prima spartizione della Polonia nel 1784, la scuola fu chiusa a causa delle leggi dell’imperatore austriaco Giuseppe II. Undici anni dopo, la presenza scolopica  finì definitivamente con la distruzione della Provincia. La chiesa fu convertita in un magazzino e le scuole divennero gli uffici della famosa burocrazia asburgica.

Quando il governo cedette la chiesa parrocchiale latina ai cattolici di rito bizantino nel 1838, essi furono autorizzati a celebrare nella chiesa scolopica. Così, dopo diversi anni di lavori di costruzione, la chiesa parrocchiale dell’Assunzione fu stabilita nel suo sito attuale. La parrocchia ha seguito tutte le vicissitudini della storia, scrivendo pagine gloriose dopo la seconda guerra mondiale, quando don Jan Cieński, un eroe ordinato vescovo clandestinamente, rimase a Zlochiv e servì come pastore fino alla caduta dell’impero sovietico.

Nella vita della parrocchia, si presta grande attenzione all’educazione dei bambini e dei giovani attraverso la scuola materna, la catechesi parrocchiale, il coro e i gruppi pastorali, così come l’educazione del tempo libero. Partecipando ogni anno alle attività estive di Parafiada, la parrocchia ha conosciuto di nuovo gli scolopi e così è nata l’idea del nostro ritorno a Zolokhiv dopo 237 anni.

Dopo un brevissimo periodo di discernimento e di preparazione, il 20 agosto il primo scolopio della nuova fondazione è arrivato in parrocchia e due giorni dopo ha assunto l’incarico di parroco. Inizia così il periodo di integrazione e consolidamento di questa fondazione, che ha come orizzonte il progetto di un’opera di educazione formale.

P. Mateusz Pindelski Sch. P.