Nella chiesa della Trasfigurazione di Cristo, nella Casa Provinciale di Cracovia, si è svolta lo scorso 25 novembre la cerimonia di apertura dell’anno vocazionale scolopico. È stato un giorno speciale vissuto nella Famiglia Calasanziana con San Giuseppe Calasanzio e Santa Paola Montal nel 20° anniversario della sua canonizzazione.

L’Eucaristia è stata presieduta dal P. Provinciale Mateusz Pindelski. P. Tomasz Jędruch, assistente provinciale per le parrocchie, nella sua omelia ha parlato dell’esempio dei santi e dei beati, compresi i fondatori degli istituti religiosi della Famiglia Calasanziana. “Tutti loro guardavano il mondo attraverso la lente dei bambini. E li hanno accolti e accompagnati nel nome di Gesù. Nell’accettare la chiamata, hanno risposto alla voce del Signore e, in luoghi diversi e in tempi diversi, vi hanno dedicato tutta la loro vita” – ha detto padre Jędruch.

All’Eucaristia hanno partecipato scolopi, scolopie, rappresentanti dei nostri studenti ed ex allievi, membri della Fraternità e collaboratori delle nostre opere a Cracovia.

Dopo la celebrazione, tutti si sono riuniti nella sala appena restaurata con affreschi del famoso pittore polacco del XVIII secolo Andrzej Radwański. Prima che la chiesa fosse costruita e consacrata nel 1728, era originariamente una cappella, poi per alcuni anni nel XVIII secolo fu usata come biblioteca, e dopo che Radwański la dipinse fino al XIX secolo fu il refettorio della comunità degli scolopi.

All’inizio dell’Anno Vocazionale è stato lanciato il progetto “Diventa scolopio”, coordinato da P. Radosław Boboń, responsabile della pastorale vocazionale della Provincia Polacca.

 

P. Jacek Wolan Sch. P.