Questo lunedì 8 marzo è iniziato il IV Consiglio Consultivo della rete Itaka-Escolapios, il massimo organo rappresentativo dell’Ordine, delle Province e delle Fraternità Scolopiche che partecipano a Itaka-Escolapios, che si tiene dall’8 all’11 marzo. In questa occasione, segnata dalla situazione pandemica mondiale che ha impedito la riunione faccia a faccia a Guajaca, Messico, il Consiglio si tiene per la prima volta in modo telematico. Vi partecipano la Congregazione Generale, il Consiglio della Fraternità Generale, i Provinciali delle Demarcazioni e i rappresentanti delle fraternità che partecipano alla rete, i membri del Consiglio della Fondazione, la Commissione Esecutiva, così come i responsabili delle equipe generali e le persone che coordinano l’equipe di Itaka-Escolapios in ogni Demarcazione o paese insieme alle persone che li accompagnano dalla rete. La modalità telematica della riunione ha permesso l’invito a partecipare a qualche persona in più.

Javier Aguirregabiria, presidente della rete, che ha accolto tutti i partecipanti e ha presentato il programma dei quattro giorni in cui si svolgerà il Consiglio consultivo.

La seconda sessione del pomeriggio è stata affidata al Padre Generale, che ha parlato al Consiglio Consultivo su “La rete Itaka-Escolapios nelle Scuole Pie”. Il Padre Generale ha passato in rassegna alcuni dei dinamismi che stanno avvenendo nelle Scuole Pie e che, insieme alle sfide del momento sociale ed ecclesiale che stiamo vivendo, faranno sì che Itaka-Escolapios diventi un elemento di partecipazione alle Scuole Pie e non solo uno strumento per ottenere risorse. Ha chiuso la presentazione iniziale di questo Consiglio Consultivo passando in rassegna alcuni dei progressi ottenuti e le sfide in sospeso per i prossimi sei anni, indicando l’espansione delle Scuole Pie per mano di Itaka-Escolapios.

C’è stato anche il tempo per alcune parole dei membri del Consiglio della Fraternità Generale, recentemente rinnovato nella II Assemblea della Fraternità Generale che ha avuto luogo la settimana scorsa. Hanno sottolineato l’apporto di Itaka-Escolapios alla promozione delle fraternità, del Movimento Calasanzio e per affrontare le sfide delle Scuole Pie e della società.

Il primo giorno di questo IV Consiglio Consultivo si è chiuso con un dialogo aperto da parte dei partecipanti alla luce della conferenza e dei primi interventi di questa riunione.

In questa prima giornata abbiamo potuto conoscere anche due esperienze significative sviluppate da Itaka-Escolapios: la risposta in Venezuela alla crisi umanitaria scatenata negli ultimi anni e gli invii  in Bolivia.

Commissione Esecutiva