Lo Scolopio Laico

INTEGRAZIONE CARISMATICA E GIURIDICA NELLE SCUOLE PIE

Gli scolopi laici e laiche viviamo con profonda gioia la condivisione della spiritualità, della vita e della missione con gli scolopi religiosi. Abbiamo scelto di rendere presente con il nostro modo di vivere il carisma del Calasanzio nel mondo, nella società e tra le persone con cui viviamo e condividiamo la nostra vita e il nostro tempo.

Siamo seguaci di Gesù che vogliono vivere pienamente la nostra vocazione nello stile del Calasanzio. Questa vocazione si realizza nel Direttorio di Partecipazione nelle Scuole Pie, approvato dal 47° Capitolo Generale, dove si sviluppano le linee da cui l’Ordine Scolopio propone lo sviluppo della straordinaria sfida della comunione tra religiosi e laici.

Gli scolopi laici/che sono “persone che, con un’esperienza carismatica scolopica nella Fraternità, fanno parte dell’Ordine con un impegno giuridico, dal loro status laico, dopo un processo di discernimento con la loro successiva richiesta e accettazione”

Il 15 giugno 2002, abbiamo fatto la promessa a questa vocazione i primi 7 scolopi laici/che nella cappella della Scuola Calasancio di Bilbao. In questa lettera vogliamo presentare brevemente come da allora abbiamo realizato questa forma di partecipazione nella Provincia Emmaus.

Come spiega P. Generale, Pedro Aguado, “ci troviamo di fronte a una vocazione che deve essere molto attentamente curata e valorizzata, riconosciuta in persone di chiaro cammino vocazionale e di formazione coerente, finalmente accettate dai superiori maggiori tenendo conto del parere del Concilio della Fraternità”. “Ringraziamo Dio per il dono della pluralità vocazionale scolopica, e per la sua infinita bontà speriamo di poter tutti capire che c’è un solo modo di vivere la vocazione scolopica (religiosa o laicale) che abbiamo ricevuta: intensamente, pienamente, nell’onesta ricerca dell’autenticità. Solo così la pluralità vocazionale sarà feconda e nel bene dei bambini e dei giovani, specialmente dei poveri”.

Download