Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga (Gv 15,16b)

Durante questo fine settimana, le Scuole Pie di Brasile-Bolivia hanno avuto la gioia di celebrare le professioni semplici di Edmundo e Péterson, con la professione solenne e l’ordinazione diaconale del nostro fratello Ivomar.

Il processo di configurazione a Cristo ci chiede passi importanti nel nostro cammino vocazionale. Questo fine settimana abbiamo accompagnato questi passi che ci aiutano a imitare Cristo più da vicino, nei suoi gesti, parole e azioni. Sono stati due momenti singolari che hanno segnato vocazionalmente la vita di molte persone e della presenza delle Scuole Pie a Serra, perché i tre sono frutti di quella messe che chiede altri operai.

La professione solenne del nostro fratello Ivomar rappresenta per tutti noi la configurazione di un cammino accanto a Cristo, servendo i piccoli nello stile di San Giuseppe Calasanzio. Nella sua professione chiediamo al Signore che risplenda in lui la castità perfetta, la povertà gioiosa e l’obbedienza generosa. E allo stesso tempo, possa essere paziente nella tribolazione, forte nella fede, gioioso nella speranza e fecondo nell’amore. E chiediamo che in questo modo la sua scelta definitiva di vita religiosa possa trascendere in lui.

L’ordinazione diaconale, presieduta da D. Darío Campos, ci ha mostrato come la sequela di Cristo è bella e, allo stesso tempo, esigente. È una sequela che si basa sul dono totale di sé, affinché gli altri abbiano la vita, proprio come ha fatto Cristo stesso. La sequela di Cristo ci chiede di essere al servizio dei dimenticati e degli esclusi della società che hanno bisogno di una voce e di un posto. Possiamo vedere in Ivomar il desiderio di esprimere nel suo servizio la sua chiara opzione per il Regno di Dio. La sua ordinazione diaconale è anche un invito per noi a lasciarci confidare di più in Cristo e a metterci al suo servizio.

Ringraziamo Dio per queste celebrazioni che sono state anche un impulso vocazionale per tutti noi, per il sì del nostro Fratello Ivomar, che rappresenta una generosa donazione della sua vita per il Regno di Dio e per gli scolopi che continuano a dare la loro vita per la maggior gloria di Dio e l’utilità del prossimo.

Fratello Deibson Gouvêa, Sch.P.