Oggi è stato l’ultimo giorno del XLVIII Capitolo Generale, con la definizione delle priorità delle linee di avanzamento, la presentazione di una lettera dell’equipe dei giovani del Capitolo e le parole finali dei Padri Capitolari.

Organizzata dalla Viceprovincia dell’India, l’Eucaristia è stata presieduta da padre József Urbán. Stalin Nasianse ha invitato i partecipanti a “imparare dalla fede, dall’umiltà e dalla perseveranza della donna nel brano del Vangelo, rendendo possibile l’avvicinamento a Gesù”.

Durante la mattinata, i Padri Capitolari hanno lavorato nella definizione delle priorità delle linee di avanzamento, selezionando i frammenti di ogni nucleo che ritenevano più importanti. Successivamente, un’equipe di Padri Capitolari ha fatto lo scrutinio. L’Assemblea Capitolare ha delegato la stesura finale alla Congregazione Generale affinché, nel rispetto dello spirito del Capitolo, possa dare unità alla stesura finale dei nuclei.

Nel pomeriggio, l’Assemblea ha fatto eco agli eventi degli ultimi giorni con una serie di discorsi commoventi. I giovani hanno presentato una lettera a tutte le Scuole Pie in cui ringraziano la Congregazione Generale per averli invitati a partecipare al “futuro dell’Ordine”. “Grazie per il vostro impegno in mezzo a una realtà caratterizzata dalla sfiducia”, spiegano nella lettera, che è stata letta nelle diverse lingue dei giovani. “L’amore del Calasanzio per i bambini e il suo apprezzamento per la comunità sono due pilastri dell’essere scolopico”, sottolinea la lettera. Sono due valori che i giovani hanno riconosciuto in questi giorni, “e ci impegnano ad essere più missionari, a promuovere l’utopia e a continuare ad approfondire il fondamento, che è Gesù Cristo”. Anche i membri della Fraternità hanno ringraziato per gli eventi di questi giorni e per la possibilità di essere testimoni diretti della ricchezza delle Scuole Pie nella missione condivisa.

In seguito, l’Assemblea ha ringraziato con ovazioni di gratitudine la Provincia Scolopica del Messico e le commissioni di logistica, traduzione, tecnica, segreteria e comunicazione per il lavoro svolto in questi giorni.

Il Generale, nel suo discorso finale, ha ricordato la grande responsabilità della nuova elezione per tutte le Scuole Pie e ha sottolineato che il dono speciale dello Spirito è Gesù Cristo. “Siamo chiamati a camminare da un unico centro, Cristo Gesù, il Signore”, ha spiegato all’Assemblea. “È lo Spirito che ci invita a camminare su sentieri rinnovati, che diventano chiamate che richiedono nuovi passi”, ha detto. “Per questo ci sentiamo fortemente inviati alla Missione, assumendo che la promozione dell’identità calasanziana di tutte le nostre piattaforme di missione deve essere sempre un compito da promuovere”, ha sottolineato.

Infine, il verbale è stato sottoscritto da tutti i padri del capitolo. Il canto Salve Regina ha concluso il XLVIII Capitolo Generale.