Da febbraio a maggio 2022, il volontariato dell’Università Cristóbal Colón è stato solidale con varie associazioni civili, nonché organizzazioni non governative e della società civile di Veracruz, in Messico, con lo scopo di vivere l’esperienza del servizio e affrontare vari problemi sociali relativi all’istruzione, al cibo, all’ambiente e all’assistenza.

Una delle caratteristiche di questo processo è l’esperienza, andare sul posto indipendentemente dal profilo accademico che si ha, solo con la volontà e lo spirito di collaborare. Questo tipo di attività nella vita universitaria richiede molta organizzazione e umiltà da parte dei giovani, e sebbene la stragrande maggioranza inizi con qualche dubbio, alla fine del processo si scoprono diversi, ammirati di sé stessi e delle persone che hanno optato per uno stile di vita attraverso il volontariato.

In questo semestre c’è stata la partecipazione di 37 studenti delle lauree in Giurisprudenza, Psicologia, Economia, Nutrizione e Scienze dell’Alimentazione, Scienze dell’Educazione, nonché Mercati e Affari Internazionali.

Istituzioni beneficiarie:

  • AMANC, A.C.
  • La Roca, A.C.
  • Somos +Decididos, A.C.
  • Centro Estatal de la Transfusión Sanguínea
  • Hogares Calasanz
  • Centro Social Calasanz
  • Vida plena después del cáncer
  • Itaka Escolapios
  • Cuauhtémoc Elementare
  • Alma Infantil Scuola dell’Infanzia

Condividiamo alcune riflessioni dei nostri studenti:

“La nostra entità ha grandi associazioni che svolgono azioni a beneficio della popolazione o degli ecosistemi. Ho trovato piacevole il soggiorno perché sono stati affrontati temi così importanti sulla partecipazione sociale e ci hanno fatto riflettere sull’importante ruolo che il volontariato ha per affrontare le sfide in termini di sviluppo e anche nella costruzione di una società più partecipativa ed egualitaria”.  Karen Aurora Fabian Nieto. Nutrizione e Scienza dell’Alimentazione.

“Avevo sempre desiderato fare volontariato, ma a causa della mancanza di conoscenza non sono riuscito a raggiungerlo, fino a quando non ho deciso in questo semestre. Sono finito molto contenta dei risultati ottenuti, con la partecipazione dei genitori, delle autorità prescolastiche e di noi come squadra perché abbiamo imparato a gestire, a progettare, a lavorare in squadra, ma soprattutto a credere nella solidarietà”. Astrid Odette Palaceta Betanzos. Psicologia.

“Ho imparato a lavorare in squadra in attività come la pulizia della spiaggia, il compostaggio, l’arborizzazione, tra gli altri; devi avere rispetto e responsabilità poiché devi tenere conto dei tuoi tempi e avere un’organizzazione delle cose che facciamo nella settimana. Mi sento soddisfatta della mia persona, ho cambiato il mio modo di pensare, interagendo con le persone, prendendomi più cura delle risorse che la natura ci dà, essendo empatica con le situazioni che ogni persona ha e che raggiungono anche la fiducia di poter decidere se vogliono aiutare a cambiare. Monserrat Navarro Núñez. Psicologia.