Il XLVIII Capitolo Generale ha definito un nucleo per la Costruzione delle Scuole Pie, in cui sono state raggruppate le linee di azione corrispondenti alle chiavi di vita dell’Interculturalità e dell’inculturazione, della Sinodalità, della Sostenibilità integrale e della Partecipazione. Per portarli avanti, la Congregazione Generale ha istituito un Segretariato Generale e tre Equipe Generali (Interculturalità, Sinodalità, Giovani e Scuole Pie).

Dopo alcuni primi incontri virtuali, il Segretariato Generale per la Costruzione delle Scuole Pie si è riunito a Madrid dal 7 al 10 novembre, con l’obiettivo di fare alcune riflessioni per aiutare e aprire la strada alla concretizzazione di un programma per il sessennio.

Eravamo presenti: P. Emmanuel Suárez ©, dal Messico; Guillermo Gómez, da Betania; Jon Calleja, da Emmaus; P. Jordi Vilá, dalla Catalogna; P. Jozsef Úrban, dalla Congregazione Generale; P. Juan Carlos Gómez, da Nazareth; e Juan Fernando Arroyave, da Nazareth (inviato in Messico).

Abbiamo voluto avviare una riflessione sull’interculturalità come sfondo teologico sul quale è possibile incontrare l’altro diverso, straniero, estraneo, per la costruzione comune della vita e delle Scuole Pie.

Abbiamo anche cercato di approfondire il nostro concetto e la nostra esperienza di sinodalità, perché questo incontro e questa costruzione richiedono una chiave e un atteggiamento che ci permetta di ascoltare, di dare la parola a tutti, soprattutto a coloro che di solito non l’hanno avuta, a coloro che hanno difficoltà ad esprimersi e a coloro che noi abbiamo difficoltà ad ascoltare.

Per questo, in modo particolare, abbiamo aperto uno spazio per lasciarci interpellare dalle voci di quattro sorelle che ci hanno aiutato ad avviare una riflessione sul ruolo delle donne nelle Scuole Pie: Cristina Velásquez, di Nazareth; Helena Aranzabe, di Emmaus; Laura Benítez, suora piarista del Messico; e Marta Moratona, di Betania. Con loro abbiamo avuto un dialogo, allo stesso tempo stimolante e interrogativo, per rivedere la nostra costruzione delle Scuole Pie con tante donne che danno vita alle comunità e alle opere.

Per continuare a fare un approccio sempre più accurato al Modello di Presenza Scolopica in cui si incarna questa esperienza congiunta di carisma e missione, abbiamo invitato Raúl González, di Emmaus, ad approfondire questa proposta e a continuare a pensare ai modi migliori per viverla nelle nostre presenze.

Le proposte e i propositi che scaturiranno da queste riflessioni e progettazioni possano aiutare tutti noi a contribuire a questa costruzione a partire dal carisma scolopico che il Signore ci ha donato.

P. Emmanuel Suarez Sch.P.