Il terzo giorno del IV Consiglio Consultivo di Itaka-Escolapios si è aperto con una preghiera condivisa da padre Efren Mundoc dalle Filippine.

Questa terza giornata è stata dedicata a conoscere la situazione della rete e delle equipe generali. Igor Irigoyen, coordinatore generale della rete, ha iniziato presentando, a nome della Commissione Esecutiva, una valutazione del Piano Strategico 2015-2021 che è servita per esaminare i principali progressi e risultati della rete da quando il piano è stato approvato sei anni fa, nel Consiglio Consultivo tenutosi nel 2015. Da allora, sono stati fatti molti progressi nelle tre aree principali coperte dal precedente piano strategico:

  1. Il contributo al rafforzamento delle Scuole Pie e la crescita di coloro che vi partecipano, evidenziando il lavoro di promozione del Movimento Calasanzio nei paesi in cui Itaka-Escolapios è presente, l’istituzione e il consolidamento della Giornata del Volontariato, così come l’inizio della presenza di Itaka-Escolapios in nuovi luoghi di fondazione dell’Ordine.
  2. L’arricchimento della missione scolopica nella sua dimensione educativa, pastorale e di trasformazione sociale, rispondendo alle necessità rilevate, si concretizza, tra l’altro, nell’attuazione del progetto Educa, nel consolidamento della dinamica degli accordi annuali con tutte le Demarcazioni e fraternità che hanno sottoscritto la Lettera programmatica e nella crescita delle risorse gestite.
  3. Per quanto riguarda il lavoro e la condivisione nella rete scolopica, così come nelle reti ecclesiali e sociali, la rete scolopica è cresciuta non solo nel volume ma anche nell’informazione e nel sentimento di rete, evidenziando il rinnovamento delle equipe di Demarcazione e l’internazionalizzazione delle equipe generali della rete.

La situazione della rete è stata riassunta in sei anni in cui siamo cresciuti e ci siamo rafforzati come rete scolopica grazie all’appoggio, all’impegno e alla fiducia delle Demarcazioni e delle fraternità e di tutti i collaboratori, e con la metafora della rete come rete che unisce, che sostiene e che convoca.

La seconda delle sessioni ci ha permesso di ascoltare le equipe generali della rete: formazione, comunicazione, sensibilizzazione e gestione e attrazione di risorse, che hanno presentato la realtà della rete nelle loro aree e il lavoro che le equipe della rete stanno sviluppando. Le informazioni fornite da queste equipe sono state seguite da un momento di domande e contributi da parte dei partecipanti al Consiglio consultivo e si sono aggiunte alle informazioni che l’area del volontariato aveva già presentato il giorno prima nel quadro dell’incontro mondiale sul volontariato che si è tenuto.

Infine, questa giornata ci ha permesso di conoscere altre due esperienze che sono state presentate nel corso di questo Consiglio Consultivo: l’inizio di una scuola per educatori in Africa Centrale, iniziata dalla provincia con l’aiuto di Itaka-Escolapios, e Betania ha presentato la costruzione del collegio di Atambua nell’Indonesia.

Commissione Esecutiva