Il Capitolo Generale sta per concludersi e, intanto, l’Assemblea ha ripreso il lavoro sui nuclei con la partecipazione dei giovani. D’altra parte, una delle sessioni è stata dedicata al libero dialogo dei Padri Capitolari con la nuova Congregazione Generale.

All’Eucaristia di questa mattina, presieduta dalla Provincia di Polonia, il P. Provinciale Mateusz Pindelski ha riflettuto sul Vangelo “in cui Gesù ci invita alla più pura libertà, quella del cuore”. “Il Calasanzio accoglieva tutti i tipi di alunni, di diverse classi” e noi, nello stesso modo, siamo chiamati ad accogliere con il cuore.

Nell’Assemblea Capitolare si è dedicato del tempo alle linee di avanzamento dei diversi nuclei capitolari e, successivamente, in equipe, i gruppi hanno “messo a punto” il lavoro con i contributi definitivi dell’Assemblea. La priorità di queste linee per il futuro sarà discussa domani all’Assemblea Capitolare. Il ritmo del lavoro continua e gli interventi, anche dei giovani, arricchiscono e qualificano diversi aspetti del lavoro.

L’Assemblea ha anche potuto parlare con la nuova Congregazione Generale. In un dialogo sincero e in risposta alle domande dei capitolari, i membri della Congregazione hanno mostrato la loro disponibilità a servire; i giovani hanno ringraziato la possibilità di partecipare e hanno incoraggiato la nuova congregazione per questo sessennio che inizia. I Padri Capitolari hanno riconosciuto la disponibilità della nuova équipe e la necessità di promuovere le Scuole Pie come “una parola per la Chiesa”, evidenziando la ricchezza delle diverse realtà scolopiche.

Infine, P. Juan Carlos Sevillano ha presentato le novità su cui si sta lavorando riguardanti il Direttorio di Formazione Permanente, includendo temi come l’uso dei social o le dipendenze, ma anche la promozione della formazione o l’aggiornamento delle nuove realtà laiche.